NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Utilizziamo i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito.

Se continui la navigazione, acconsenti a ricevere tutti i cookie presenti sul nostro sito. Learn more

I understand

2019 GIDRM/GIRM Gold Medal

Mario Piccioli

2018mannina

 


I consigli direttivi di GIDRM e GIRM hanno conferito la medaglia d’oro 2019 a Mario Piccioli.

Mario Piccioli, laureato in Chimica presso l’università di Firenze, dove ha poi conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Scienze Chimiche, nel 1998 diventa professore alla Université Pierre et Marie Curie, Paris 6. Rientra poi a Firenze nel 2001, svolgendo la sua attività di ricerca presso il CERM.


Mario ha dedicato la carriera all’NMR di sistemi paramagnetici. Il suo contributo più originale consiste nello sviluppo di sequenze di impulsi mirate all’osservazione di segnali che, per effetto dell’accoppiamento iperfine, sono fortemente shiftati al di fuori della regione diamagnetica e/o possiedono tempi di rilassamento molto brevi. Basandosi su una solida conoscenza teorica dei fenomeni di accoppiamento nucleo-elettrone, ha contribuito a individuare, negli spettri multidimensionali di macromolecole paramagnetiche, la manifestazione di fenomeni fisici sofisticati quali la cross-correlazione tra l’accoppiamento dipolare protone-protone e il rilassamento spin di Curie-spin nucleare.
Per queste caratteristiche scientifiche distintive Mario rappresenta un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per la caratterizzazione NMR di metalloproteine paramagnetiche. Ci piace ricordare i primi pioneristici studi NOE sulla rame-cobalto superossido dismutasi, l’uso di osservazione diretta del 13C per lo studio di emofori, e soprattutto i tanti studi sulle proteine ferro-zolfo: dallo studio delle proprietà elettroniche e di self-exchange alla determinazione della prima struttura NMR in soluzione di una proteina paramagnetica, fino alla recente caratterizzazione spettroscopica e strutturale della biogenesi dei centri Fe-S. Oltre a collaborazioni internazionali con specifici gruppi di ricerca e la partecipazione a progetti di scambio bilaterali, negli ultimi anni Mario sta coordinando la COST Action “The Biogenesis of Iron-sulfur Proteins: from Cellular Biology to Molecular Aspects” (CA-15133).
La passione per l’NMR e quella per la musica si sono unite, come divertissement, nella traduzione in suoni dell’impronta metabolomica individuale misurata via NMR.
Alle doti scientifiche Mario affianca eccellenti capacità didattiche e divulgative, esplicate nelle sue attività di relatore a numerose scuole e convegni di rilevanza internazionale, di docente nell’ambito dei corsi di laurea e dottorato dell’ateneo fiorentino e dei vari livelli del sistema universitario della Université Pierre et Marie Curie e di visiting professor presso le Università di Paris-Sud, Valencia, Elche, Evry e Alicante. Infine, la comunità NMR italiana conosce Mario per il pluriennale coinvolgimento nelle attività del GIDRM, presso il cui direttivo ha servito in 3 diversi trienni.

Regolamento

(Approvato dall'Assemblea dei soci del 17 settembre 2003)

Art. 1

Congiuntamente il GIDRM ed il GIRM promuovono l'istituzione di una "medaglia d'oro GIDRM e GIRM", già "medaglia GIRM", da assegnarsi ad uno scienziato che abbia portato alla comunità italiana contributi di particolare interesse scientifico, didattico, innovativo, divulgativo od applicativo nel campo delle Risonanze Magnetiche, promuovendo la cultura, lo sviluppo e la diffusione di questo campo.

Art. 2

I Soci possono proporre candidature entro e non oltre quattro mesi precedenti lo svolgimento del Congresso Nazionale organizzato da GIDRM e GIRM. I membri dei due Direttivi non sono candidabili, né sono ammesse autocandidature.

Art. 3

Le singole candidature dovranno essere presentate mediante lettera al Presidente del GIDRM e/o del GIRM.

Art. 4

Le candidature dovranno comprendere una relazione che illustri gli aspetti salienti della attività scientifica e/o didattica del candidato e ne sottolinei i contributi per i quali i presentatori propongono l'assegnazione della medaglia.

Art. 5

Le candidature saranno esaminate da una commissione formata dai membri dei Direttivi del GIDRM e del GIRM in seduta congiunta. La commissione produrrà una motivazione sulla scelta del candidato.

Art. 6

La commissione è tenuta al riserbo sia riguardo alle proposte ricevute, sia riguardo alle discussioni avvenute nel corso delle riunioni.

Art. 7

La medaglia verrà consegnata in occasione del Congresso Nazionale organizzato da GIDRM e GIRM.