NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Utilizziamo i cookie per garantire una migliore esperienza sul sito.

Se continui la navigazione, acconsenti a ricevere tutti i cookie presenti sul nostro sito. Learn more

I understand

2007

Roberto Gobetto

2007gobetto


Per la sua eccellente attività scientifica, per le sue notevoli capacità didattiche e comunicative e per il suo ammirevole e costante impegno nelle Associazioni della comunità NMR i consigli direttivi del GIDRM e del GIRM assegnano la medaglia d'oro 2007 al Prof. Roberto Gobetto.

Il Prof. Gobetto ha dedicato una parte consistente della sua carriera scientifica allo studio di complessi organometallici mediante tecniche NMR, ottenendo risultati altamente innovativi che ha riportato in oltre 190 pubblicazioni. Di particolare risalto i suoi studi sulla reattività e le proprietà dinamiche dei complessi trinucleari di rutenio e di osmio. Non da meno sono inoltre i suoi lavori sui legami idrogeno non convenzionali in complessi di metalli di transizione. Originali ed innovativi sono stati i suoi contributi nella spettroscopia NMR stato solido e wideline per l'interpretazione strutturale e dinamica di complessi organometallici allo stato cristallino, inclusi dentro cavità o adsorbiti su superficie. Il problema del legame ad idrogeno e del polimorfismo in composti supramolecolari ed in farmaci è stato affrontato dal Prof. Gobetto mediante un approccio NMR multinucleare e multiparametrico che permette di ottenere informazioni non accessibili con altre tecniche. Dal punto di vista metodologico si evidenziano i lavori sul trasferimento di polarizzazione dal para-idrogeno ad eteronuclei.

Il Prof. Gobetto ha saputo unire ad una produzione scientifica di altissimo livello una grande passione per la didattica, sia in sede universitaria che in scuole di livello post-universitario, senza mai dimenticare la centralità della spettroscopia NMR nella chimica dei composti organometallici e nello studio dello stato solido. Le sue capacità comunicative, la sua estrema chiarezza, sono state sempre apprezzate nei suoi interventi non solo durante i congressi nazionali ma anche fuori dall'Italia.

È stato promotore ed organizzatore in prima persona della rinascita delle scuole nazionali NMR, che quest'anno concludono il secondo ciclo triennale. L'impegno nella scuola NMR è solo un esempio della sua dedizione e partecipazione alla vita della comunità scientifica nazionale. In passato consigliere del GIDRM e del GIRM, è stato ed è tuttora attivo nella Società Chimica Italiana.

Regolamento

(Approvato dall'Assemblea dei soci del 17 settembre 2003)

Art. 1

Congiuntamente il GIDRM ed il GIRM promuovono l'istituzione di una "medaglia d'oro GIDRM e GIRM", già "medaglia GIRM", da assegnarsi ad uno scienziato che abbia portato alla comunità italiana contributi di particolare interesse scientifico, didattico, innovativo, divulgativo od applicativo nel campo delle Risonanze Magnetiche, promuovendo la cultura, lo sviluppo e la diffusione di questo campo.

Art. 2

I Soci possono proporre candidature entro e non oltre quattro mesi precedenti lo svolgimento del Congresso Nazionale organizzato da GIDRM e GIRM. I membri dei due Direttivi non sono candidabili, né sono ammesse autocandidature.

Art. 3

Le singole candidature dovranno essere presentate mediante lettera al Presidente del GIDRM e/o del GIRM.

Art. 4

Le candidature dovranno comprendere una relazione che illustri gli aspetti salienti della attività scientifica e/o didattica del candidato e ne sottolinei i contributi per i quali i presentatori propongono l'assegnazione della medaglia.

Art. 5

Le candidature saranno esaminate da una commissione formata dai membri dei Direttivi del GIDRM e del GIRM in seduta congiunta. La commissione produrrà una motivazione sulla scelta del candidato.

Art. 6

La commissione è tenuta al riserbo sia riguardo alle proposte ricevute, sia riguardo alle discussioni avvenute nel corso delle riunioni.

Art. 7

La medaglia verrà consegnata in occasione del Congresso Nazionale organizzato da GIDRM e GIRM.